VOCI DALLA NAJA
 
*IL RIENTRO*

di  Daniele  Serg. magg. della 17^ BTR. nel 1975/76

Se quella zona era chiamata “il pisciatoio d’Italia” c’era un motivo ..quando iniziava a piovere veniva giù a catinelle e senza limite di tempo……se eri all’esterno in addestramento non avevi scampo, la prendevi tutta, il reparto era fuori in esercitazione da una settimana e ogni giorno aveva piovuto, le divise erano ormai zuppe d’ acqua, le tende tenevano poco e gli abiti non si asciugavano, fare addestramento in quel modo era estremamente duro, gli artiglieri non vedevano l’ora che finisse per poter rientrare, farsi una doccia calda e asciugare gli abiti.
In piedi sotto la pioggia battente continuavano nel loro addestramento, purtroppo era esercitazione someggiata oltre al maltempo anche i muli a cui badare…..la loro abnegazione nel compiere gli incarichi non evitava improperi e maledizioni di vario genere, sottovoce come insegnava la disciplina e comunque con gli ufficiali  lontani, non che il Barba e il Lombardo fossero duri ma in ogni caso meglio non farsi sentire, inoltre la loro fortuna aveva fatto si che il Gringo non fosse presente, era rimasto in caserma….

Il Barba li osservava, si rendeva conto della situazione anche lui era fradicio d’acqua e come gli artiglieri non vedeva l’ora di rientrare, guardava verso il lato opposto dello schieramento anche il Lombardo era sotto l’acqua da gg, intento a controllare lo svolgersi dell’ azione, come se avesse avuto un VI° senso si girò e incrociò lo sguardo del Barba, guardò alto la pioggia che scendeva fitta, poi riabbassò lo sguardo e fece un cenno d’intesa, Barba aveva capito e si avviò in un punto ove entrambi avrebbero potuto parlare lontani da orecchie indiscrete.
Lasciarono lo schieramento alla responsabilità degli S.Ten e si incontrarono per parlare…si intendevano facilmente…..a volte bastava uno sguardo per capirsi, il Barba disse “so già cosa mi vuoi dire….anch’io ne ho le scatole piene di questo tempo, fare addestramento in questo modo è assurdo, gli artiglieri sono stanchi e incazzati, prima che saltino i nervi meglio pensare qualcosa”.
Il Lombardo rispose “Noto con piacere che la pensiamo alla stesso modo, in effetti ho notato maggiori difficoltà dei gg passati nel compiere le operazioni, prima che qualcuno si faccia male meglio dare la possibilità di rientrare al campo base, anche per far asciugare i vestiti”.

  

Il Barba convenne “si hai ragione chiamo il c/te di gruppo e chiedo il permesso di rientrare già stasera, lasciamo 4-5 elementi per la guardia ai pezzi e i muli e gli altri li riportiamo giù, ma c’è un problema, non credo che il Gringo sarà d’ accordo visto che lui se ne sta all’ asciutto, bisogna pensare qualcosa per convincerlo a non creare problemi”.
Il Lombardo lo guardò con preoccupazione e chiese “Cosa vorresti fare……non credo che di fronte ai 2 c/ti di btr possa fare obiezioni, poi tieni conto le condizioni della truppa, rischiamo grossi problemi  se non facciamo nulla”.
Il Barba meditò qualche minuto poi disse “Potremmo convocare i capi sq e sentire cosa ne pensano…..anche se lo possiamo immaginare, se mi chiedono di rientrare già stasera allora chiamo il Colonnello e faccio presente la situazione”.
Il Lombardo rispose “Si mi pare una buona idea, senti i capi squadra poi fammi sapere.."
Entrambi tornarono al loro posto, il Barba convocò i graduati capi squadra e fece presente la situazione, li guardava negli occhi  e notava che ascoltavano attentamente le sue parole nella speranza di sentire la parola magica “rientro”…..non furono necessarie tante parole, quando chiese “volete restare fino a domani o rientrare già stasera ?".
La risposta dei graduati fu una sola “rientriamo subito ”--  “Bene –disse il Barba- ma se qualcuno vi chiama a rapporto dovete essere convinti….se vi rimangiate la parola …allora salta tutto”,  …..non ci fu bisogno di ripetere…i graduati promisero che avrebbero confermato la loro volontà di rientrare….

Il Barba si avviò verso l’ operatore radio e chiese il collegamento con Alba 1…….il c/te di gr……...poco dopo Alba 1 era in ascolto, il Barba spiegò la situazione, disse della richiesta dei capi squadra e che  lui stesso riteneva che fosse opportuno il rientro in serata. Alba 1 ascoltò attentamente il rapporto dell‘ufficiale….anche lui aveva preso la sua dose di pioggia sufficiente a bagnarlo per bene……ricordava le esercitazioni fatte da giovane ufficiale…e tutta l'acqua presa…perciò capiva bene la richiesta…..alzò lo sguardo al cielo….la pioggia continuava a scendere fitta….non ebbe dubbi….rispose di tenersi pronti che avrebbe inviato i mezzi a recuperare il personale e chiuse la comunicazione, chiamò il suo vice dando disposizione che la cucina tenesse pronto qualcosa di caldo per chi rientrava.

Il Barba avvisò subito il Lombardo e iniziò a dare disposizioni agli S.Ten  per la chiusura dei pezzi e la loro copertura con i teli, ammassandoli poi in un unico posto…..a sua volta il  Lombardo chiamò l’adunata del reparto per comunicare le disposizioni, vide sulle facce degli artiglieri una nota di sollievo: finalmente si rientrava e si sarebbe passata la notte all’ asciutto…nessuno pensava che ci sarebbero state altre sorprese, nessuno con quel tempo  avrebbe preferito restare fuori, poco dopo la notizia venne trasmessa al campo base situato in una casermetta a breve distanza…..

L’operatore radio passò subito il messaggio al Gringo che per poco non saltò sulla sedia…si chiese “ma come potevano pensare di rientrare stasera se l’esercitazione di doveva concludere domani con il rientro?” Non teneva conto che comunque l’addestramento era concluso  ed era inutile  aspettare l’indomani dopo l’ennesima notte di pioggia e freddo……la sua mentalità escludeva tassativamente questa possibilità…..dimenticava che lui era all’ asciutto e al caldo….ma tant’è…..chiamò subito l’ autista e gli disse di tenere pronto il mezzo, sarebbe andato lui su alla btr per capire cosa stava succedendo….si sarebbe fatto sentire lui dagli ufficiali…..!!!!!!
L’autista prese la campagnola e si avviò all’ entrata della base dove il Gringo lo aspettava, con un’ espressione in viso che era tutta un “programma”, l’autista non aprì bocca…..immaginava già il motivo del viaggio fino alla btr …..sapeva di doversi aspettare qualche urlo…..il viaggio fu breve sia pure a velocità moderata…….la pioggia rendeva scivolosa la strada era meglio non rischiare incidenti…..Gringo nella sua mente malediceva chi aveva avuto la pensata……non concepiva proprio che il maltempo potesse “interrompere” un’ esercitazione che per se stessa era già conclusa

.
La campagnola arrivò nello spazio vicino allo schieramento, vide che gli artiglieri stavano sistemando i muli e i  pezzi per la notte, appena sceso iniziò subito a richiamare un paio di loro per non averlo salutato…..manco che si fosse a una parata….i due lo salutarono di malavoglia, pensavano solo alla doccia calda che li aspettava al campo base oltre ad un pasto caldo….Gringo si avviò verso gli ufficiali che quando se lo videro davanti immaginarono il motivo della visita, il Barba gli disse subito che sarebbero rientrati a breve e che la btr si stava organizzando per salire sui mezzi, Gringo lo guardò come se sentisse parlare un marziano….poi disse “ ma chi l’ha detto che si rientra…i miei artiglieri restano quà….non vogliono rientrare “, il Barba lo guardò quasi con compassione….era talmente evidente il motivo del rientro….poi attenendosi al “copione” rispose “ti sbagli sono proprio gi artiglieri che ci hanno richiesto di rientrare da stasera….. con sto tempo come fai a continuare"?

Gringo convinto di poter dettare legge, (forte della sua anzianità) volle convocare i suoi capisquadra, li prese da parte e guardandoli in viso, sicuro di metterli in soggezione, chiese se volessero restare o rientrare alla casermetta campo base, i graduati risposero convinti “vogliamo rientrare…siamo bagnati e non ce la facciamo più con sto tempo”, Gringo li guardò sconcertato….non concepiva proprio che qualcuno potesse contraddirlo…..provò insistere ma la volontà dei capi squadra non venne meno… , si avviò verso il Barba che aveva osservato da lontano la scena…..nessuno aveva fatto caso al Lombardo  che si era avvicinato e aveva seguito lo scambio di battute tra Gringo e i graduati, aveva sentito bene ciò che si erano detti.

Gringo arrivò davanti al Barba, provò a “giocare sporco” e  disse “ li ho convinti....i miei artiglieri vogliono restare quà”, a quel punto il Lombardo si avvicinò ai due e intervenne “No guarda che hai capito male….gli artiglieri vogliono rientrare perché sono esausti,  i mezzi stanno già arrivando su”,  Gringo di fronte all’ufficiale che contraddiceva le sue parole non riuscì a rispondere…..restando senza parole……si girò e si diresse alla campagnola per rientrare, il Barba chiamò la base e avvertì il c/te di gruppo che la btr era pronta e che aspettavano i mezzi, nel frattempo si continuò a sistemare le attrezzature per la notte, dopo circa mezz’ora arrivarono i mezzi, il personale montò su e la colonna riprese la strada per il campo base.


Gringo arrivato alla casermetta vide il C/te di gr, ignorando che lui stesso aveva dato il permesso al rientro,  si diresse verso il c/te lo salutò e disse “ sig Colonnello considerando le condizioni del tempo abbiamo pensato di rientrare per la notte, per far riposare il personale”,  il Colonnello lo conosceva da vari anni e sapeva che tipo fosse…….non gli rispose nemmeno…lo guardò in viso e si limitò ad un breve cenno di assenso…..