OPERAZIONE RIACE
 
      
Il governo italiano dopo il 1992 causa la strage di Capaci in primis, di Palermo poi, nelle quali furono uccisi  i giudici Borsellino e Falcone; decise che era il momento di attuare una contromisura adeguata al propagarsi di tali violenze. Quindi l'esercito entrò in azione con operazioni di vigilanza degli obiettivi sensibili in supporto alle forze di polizia. Il controllo del territorio con l'utilizzo dei militari aiutò notevolmente le popolazioni meridionali a vivere più serenamente. Pur con diversi nomi a seconda delle zone le operazioni avevano questo fine: controllare il territorio per prevenire delitti e atti criminali in genere. In Sicilia l'operazione prese il nome di: "Vespri Siciliani"; in Calabria: "Operazione Riace"; a Napoli: "Operazione Partenope".
Il nostro Gruppo Udine partecipò alla Riace e precisamente diede il suo contributo a Siderno, una città che si snoda da una parte e dall'altra della SS 106, pianeggiante e regolare, al centro di un' ampia striscia di pianura tra Roccella e Locri. Siamo nella Locride e per fortuna di tutti l'esperienza fu positiva l'impiego dell'Esercito e quindi anche di noi artiglieri fu apprezzato dal governo, dalle prefetture locali, e dalla pololazione del luogo perchè si riuscì a contrastare la criminalità organizzata. La professionalità e l'impegno profuso fecero sì che ai vari reparti venne attribuito lo "status" di agenti di pubblica sicurezza.
Un bravo a tutti e W gli alpini,  W gli artiglieri,  W la Julia !!!
Crest Operazione Riace
Cap.le Mirko 4° 94 - 18^ Btr  Operativo!
Siderno Marina - Op. Riace

 Artiglieri del "Gruppo Udine"
Siderno Marina - Op. Riace
Locri - Op. Riace
Il FAL del Cap.le Mirko 4°94 - 18^ Btr
Cartolina inviatami da un commilitone da Siderno Marina alla caserma De Gasperi nel dicembre 1994 Poki! La MAX della Riace
Foto aerea di Siderno, con le sue spiagge e lo splendido mare Ionio.