RASSEGNA STAMPA
... ULTIME DALLA CASERMA "DE GASPERI"
Notizia pubblicata il: 08/02/2012
Nelle ultime settimane sono stati pubblicati su quotidiani locali diversi articoli riguardanti la concessione di alcune aree della caserma ad una associazione sportiva di "soft-air".  Nel mese di gennaio sono rimbalzate sui giornali commenti e repliche sull’opportunità di destinare o meno l’area per lo scopo sportivo anche in relazione alla pericolosità del sito dovuta alla fatiscenza delle strutture. Sicuramente c’è stata anche una componente esclusivamente politica che ha determinato favore o contrarietà alla cosa.
Un gentile giornalista ha ci chiesto un parere e la cui risposta in comune con gli amici
Sten. Bepi e Cap.le Omar è stata la seguente:

"Pur felici che un'associazione sportiva abbia trovato un posto interessante dove far pratica, ci dispiace constatare che venga concesso un luogo militare per di più pericoloso per giochi che potrebbero essere tranquillamente svolti all'aperto. Nella visita del 2010 abbiamo verificato quanto il sito sia insicuro, e non vorremmo che giornate di allegria venissero rovinate da incidenti prevedibili ed evitabili. Riguardo alla lapide di De Gasperi, mai dimenticata e nascosta solo agli occhi di chi non conosce l'area, già a quel tempo ne abbiamo verificato le condizioni e reso i dovuti omaggi.

Riteniamo che il modo migliore per onorarla sia solo la cerimonia di inaugurazione del cippo promesso dall'amministrazione comunale di Spilimbergo una volta realizzato, e dove la stessa merita di essere collocata."

Non pensiamo che l’associazione di soft-air non sia meritevole della concessione avuta, anzi, bensì che l’area non sia il luogo migliore dove svolgere uno sport. Si trattasse di addestramenti cinofili, tiro con l’arco o qualsiasi altra disciplina sarebbe la stessa cosa: l’area è pericolosa! La pulizia da rovi e sterpaglie potrà anche aiutare ma non si possono ripristinare i coperchi nei tombini o i corrimani nelle scale,vetri rotti, ancor meno bonificare dall’eternit e rimuovere i calcinacci di risulta delle demolizioni necessarie al recupero dei materiali  ferrosi. Inolte: a che scopo "ripulire" un po' se a marzo scadono i termini del bando di concorso per la concessione dei diritti dell'area, con conseguente obbligo di sgombero della caserma? La pulizia e la demolizione sarà di competenza della ditta vincitrice l'appalto con mezzi, risorse e personale qualificato!  
Ultimo punto: la lapide di De Gasperi. Ogni forma di riconoscimento alla memoria è lodevole e mai superflua; ci sembra solo eccessiva la frase “riportare alla luce” apparsa su un quotidiano per un monumento che tutti i militari passati per quella carraia mai potranno dimenticare, e che attendono di vedere pulita e ordinata sul cippo dedicato alla caserma.

Messaggero Veneto 21 gennaio 2012
Messaggero Veneto 26 gennaio 2012
Il Gazzettino 1  febbraio 2012
Messaggero Veneto 3 febbraio 2012
1° ARTICOLO --- clicca per leggere
2° ARTICOLO --- clicca per leggere
Messaggero Veneto 4 febbraio 2012