MEDAGLIE COMMEMORATIVE DEL GRUPPO "UDINE" E DELLA DIVISIONE "JULIA" PER L'OCCUPAZIONE DELL'ALBANIA ANNO 1939 
Notizia pubblicata il: 22/11/2011
Nell’Aprile del 1939 l’Italia occupa l’Albania e per celebrare la conquista, furono coniate queste due medaglie. Partecipò all’occupazione anche il Gruppo “Udine” che all’epoca era inquadrato nella 3^ Divisione Alpina Julia insieme al Gruppo “Conegliano” e “Belluno”. Aveva in forza la 17^ e la 18^ Batteria. L’Albania divenne italiana e così facendo Vittorio Emanuele III già Re d’Italia, divenne anche Re d’Albania, oltre che già imperatore d'Etiopia. Mussolini era a capo del governo.

Descrizione medaglie:


Nella prima, le figure affiancate dell'alpino e del guerriero albanese dovrebbero verosimilmente simboleggiare l'unione dei due popoli. Nel retro la scritta della 3^ Divisione Alpina “Julia” contorna la parte settentrionale dell'Albania dove operò nel periodo d'occupazione.

Nella seconda medaglia, oltre alla scritta Gruppo “Udine”, si notano gli stemmi araldici che identificano la 17^ Batteria (stemma città di Udine a sx) e la 18^ Batteria (stemma città di Gorizia a dx). Al centro nello scudetto è raffigurata l’aquila bicipite identificativa dell’Albania. Sopra la classica aquila con le bocche da fuoco incrociate, simbolo dell’artiglieria da montagna, con il 3° in evidenza. Su entrambi i lati si nota lo stemma del Partito Nazionale Fascista, mentre sul fondo il motto araldico “Tasi e tira” dall’inequivocabile significato: “zitto e continua a marciare”. Sul retro gli artiglieri del Gruppo “Udine” trainano il cannone da 75/13.

Le immagini sono state gentilmente fornite da: Adriano Iellici, figli
o del Serg. IELLICI (o JELLICI) MARIO da Tesero (TN), Sergente della 18^ batteria, fu decorato di M.B.V.M. (campagna di Grecia,1941) per aver soccorso, sebbene ferito, un commilitone colpito dal nemico, mettendo in grave pericolo la propria vita.
 
CLICCA LE IMMAGINI PER INGRANDIRLE!!!