RADUNO ALLA CASERMA "CANTORE"
Notizia pubblicata il: 17/06/2010
Il 13 giugno 2010 nella splendida cornice della cara vecchia Caserma "Cantore" di Tolmezzo, sede storica del 3° Regg. Art. Mont. Gruppo "Udine", ha avuto luogo il nostro raduno.
Dopo gli accordi presi con la Brigata Alpina "Julia" ed il Comandante del 3° Regg. Art. Mont., trenta di noi hanno potuto varcare nuovamente la carraia e con grande emozione, rientrare in quella che fu per diversi mesi della nostra naja: la nostra casa e la nostra famiglia.

Questo raduno è stato promosso solo tramite il sito, da un' idea nata in rete circa due anni fa e che passo dopo passo, ha preso corpo e vigore fino al suo concretizzarsi.
Grande partecipazione non tanto in termini numerici, visto che il raduno ha avuto luogo a ranghi ridotti, ma animato da grandissimo spirito alpino, tutti uniti sotto lo stesso stemma araldico con l'intramontabile motto: Tire e Tas.
Abbiamo condiviso con orgoglio e fierezza l'aver prestato servizio in questa gloriosa unità, seppur in epoche diverse, poichè la forbice tra il più vecchio di noi che ha prestato servizio ed il più giovane era di ben 30 anni, (1965-1995) ma ribadisco che eravamo tutti animati dallo stesso spirito alpino!

Ad accompagnarci ufficialmente c'erano il Maresciallo Alberto Mattiussi (ex Serg. della 18^ BTR negli anni '90) e il Comandante della 17^ BTR (dal 4 dicembre 2005 in forza ai "cugini" del Gruppo "Conegliano") Pier Luigi Signor.
Veniamo sinteticamente alla cronaca della giornata: alle dieci e trenta ci siamo trovati fuori della vecchia "carraia" del Palazzo Linussio e dopo la verifica degli iscritti ci siamo recati alla carraia, dove una volta aperto il cancello, l'Uff.le di Picchetto ci ha registrato dandoci il "via libera"!
Il Comandante Signor e il Maresciallo Mattiussi ci hanno fatto strada fino al Piazzale Adunata e l'emozione è salita,...... quanti ricordi!

Una volta inquadrati ci è stato dato "l'attenti" dal Ten. Signor e abbiamo salutato la Bandiera! "Riposo" e avanti con il discorso ufficiale del sottoscritto (per dover di cronaca!). (Clicca qui per poterlo leggere!)
Ha poi preso la parola il Ten. Signor che ci ha spiegato in modo chiaro e coinvolgente di che cosa si occupa oggi la 17^ BTR "La Dura" Tiro e supporto tecnico", nonchè alcune nozioni e differenze tra i pezzi d'artiglieria in dotazione un tempo, e quelli attuali, l'arruolamento e vari aspetti della vita militare odierna e quant altro, prestandosi anche a rispondere alle nostre domande!
Ci siamo poi disposti sotto la bandiera per le varie foto di rito con il vessillo del Gruppo "Udine".
Data la positiva e rilassata atmosfera che si era creata, il Ten. ed il Maresciallo ci hanno permesso di avvicinarsi alla Palazzina storica del Gruppo "Udine", dove erano dislocate le nostre Batterie e via via....... siamo tornati verso la carraia per poter quindi entrare nella parte vecchia del Palazzo "Linussio" e visitare il museo del Gruppo "Udine" realizzato, curato e gestito con competenza e passione dal Maresciallo Mattiussi. In quelle sale abbiamo potuto ammirare vecchi cimeli dell'Udin che hanno parlato al nostro cuore come un  prezioso libro di storia. Al termine siamo usciti nel giardino dove dimora la statua, monumento all'artigliere alpino del 3° e abbiamo scattato l'ultima foto ricordo del nostro meraviglioso raduno. Tornati in possesso dei nostri documenti e dopo aver salutato e ringraziato il Ten. Signor e il Maresciallo Mattiussi, siamo usciti, felici con l'auspicio che questo nostro raduno possa costituire una solida base per il futuro! L'augurio di poterci ritrovare magari ancor più numerosi, anche se siamo concordi nell'' affermare che non è importante in quanti siamo, ma viverlo con queste motivazioni e spirito alpino!

Come ogni raduno che si rispetti siamo poi andati tutti in compagnia a consumare il rancio apino, dove oltre che a mangiare e bere abbiamo potuto divertirci e condividere aneddoti della nostra "naja". Voglio sottolineare che, non ci si conosceva tra di noi, salvo qualcuno, ma quando si indossa il cappello alpino la fratellanza la fa da padrone; non ci sono barriere regna e si rafforza una sorta di "cameratismo" tipico di che ha prestato servizio nelle truppe alpine.
In questo splendido clima di amicizia abbiamo anche guardato un bel dvd che in sequenza illustrava le oltre 300 immagini di "naja" che in questi quattro anni sono state da voi inviate al sito e che sono pubblicate nelle fotogallery.

Ultima nota degna d'esser rilevata è che: tutti noi provenivamo da località diverse del Veneto del Friuli e anche della Toscana. Grazie a tutti e alla prossima! Mandi mandi!!!

Clicca per poter accedere alla Fotogallery del Raduno alla Caserma "Cantore"


Cliccando qui sotto vedrai la Special Gallery con TUTTE le immagini della giornata