L'originale "Basto da soma per mulo zappatore" della 17^ Btr del "Gruppo Udine"
Vi propongo un "basto da soma" per mulo zappatore originale della 17^ batteria. Questo è un vero e proprio "cimelio", che grazie alla passione e alla cura viene tuttora conservato integro: come nell' immagine che lo ritrae.
Non è stato utilizzato da noi artiglieri del 1°94, ma il suo attuale custode: era in quell'epoca il sergente Alberto della 18^ batteria alla Caserma "De Gasperi" di Vacile (PN).
  
Al "basto da soma" venivano applicati una serie d'attrezzi che potevano servire in marcia. Ogni basto aveva una determinata forma per farvi appoggiare e legare i vari pezzi dell'obice. Il mulo essendo in servizio per l'artiglieria da montagna aveva in dotazione un basto di notevoli dimensioni: considerati i carichi! Questo specifico (nella foto) veniva posto sulla bestia, ovviamente in due, ed il suo nome tecnico era: "basto da soma" ovvero sella da carico.
Ogni reparto aveva in forza due o tre addetti impiegati nel custodire e riparare il "basto" in caso di rottura; tutti venivano tenuti in una particolare sala insieme agli attrezzi specifici per le riparazioni.
Nella parte superiore della foto, centralmente, si nota la spazzola ed una striglia: ovvero i due arnesi che servivano alla pulizia del mulo. Con la spazzola lo si puliva, poi quest'ultima veniva passata sull'oggetto metallico per togliere la sporcizia: era un'operazione da fare spesso, perchè la bestia andava tenuta pulita per ovvi motivi d'igiene. Va precisato che in ogni colonna in marcia c'era un basto come questo.
Alpinamente ringrazio: per l'immagine del "basto da soma" il Serg. Alberto (oggi Maresciallo); il Serg.Magg. Daniele per la  sua spiegazione tecnica
Notizia pubblicata il: 28/08/2007